Cookie Consent by TermsFeed
info@roeck.bz+39 0472 847 130

Le passate annate

2020

  • Caldo ed equilibrato
  • Fioritura media (01.06.2020)
  • 22.07.2020 invaiatura
  • 09.09.2020 inizio precoce della vendemmia
  • 30.09.2020 fine della vendemmia (siamo stati veloci)
  • Vini autentici e vivaci

Il mese di aprile è stato secco, caldo e molto soleggiato, con diversi periodi di alta pressione in successione. A maggio le temperature sono state leggermente superiori alla media e le precipitazioni poco al di sotto della media. La fioritura è seguita senza problemi. L'estate è stata equilibrata con temperature piacevoli e precipitazioni ottimali. L'ultimo weekend di agosto, sono tuttavia caduti 100 litri di pioggia nell'arco di 3 giorni. Questa enorme quantità di precipitazioni ha aumentato la proliferazione dei funghi nel vigneto. Siamo però intervenuti tempestivamente, iniziando la vendemmia in anticipo. In sole tre settimane tutta l’uva è stata conferita in cantina. È stata una delle nostre migliori prestazioni a livello organizzativo.

 

Alcuni ricordi

  • Inizio del lockdown il 10.03.2020, giorno del 27° compleanno di Hannes. In regalo ha ricevuto un “gallo”
  • Hannes avvia la coltivazione biologica dei nostri vigneti
  • Per la prima volta produciamo il “verjus”, il succo d'uva acido ottenuto dalla vendemmia di uve non ancora mature, la bevanda rinfrescante che preferiamo.
  • Carmen ritorna spesso in Alto Adige durante l'estate per lavorare da casa.
  • A causa della pandemia concludiamo in anticipo la stagione del Törggelen.

2019

  • Caldo
  • Fioritura leggermente posticipata (16.06.2019)
  • 31.07.2019 invaiatura
  • 13.06.2019 inizio vendemmia (nella media)
  • Vini freschi e vivaci

I mesi invernali sono stati più miti della media. Aprile è stato decisamente troppo umido e anche un po' troppo mite. Il mese di maggio 2019 passerà alla storia meteorologica come un periodo insolitamente fresco, il maggio più freddo dal 1991. Inoltre è stato spesso nuvoloso con piogge ricorrenti. Si è pertanto avuta una fioritura tardiva. È poi seguito un mese di giugno con temperature molto alte e una decisa ondata di caldo alla fine del mese che ha determinato nuovi record termici. Il mese di agosto è stato più caldo della media, con precipitazioni per lo più equilibrate. Il mese di settembre è stato leggermente più caldo della media di lungo periodo. L'evento più eclatante è stato l'arrivo precoce dell'inverno, l'8 settembre, che ha fatto sentire i suoi effetti fino alle medie altitudini con l’arresto del potenziale marciume. La vendemmia principale ha avuto inizio a metà settembre. Abbiamo iniziato la vendemmia in anticipo per la prima volta, evitando l’eccessiva maturazione delle uve.

 

Alcuni ricordi

  • In occasione dell’annuale pranzo di Pasqua presso l’hotel "Fonteklaus" si respirava un’aria calda e primaverile.
  • All'inizio di maggio la valle era coperta da una coltre di nebbia, ma non si trattava di vera nebbia bensì del FUMO delle candele di paraffina, accese per scongiurare le gelate tardive. Fortunatamente le temperature non sono scese eccessivamente.
  • Hannes inizia la coltivazione biologica in uno dei nostri vigneti. Il vigneto si mantiene sano e vitale per tutto il periodo vegetativo.
  • Per la prima volta abbiamo vendemmiato l’uva per il nostro Pet Nat (100 bottiglie).
  • Per la prima volta Hannes ha fornito un significativo contributo nelle attività in vigna e in cantina.
  • Nonna Maria compie 90 anni :)

2018

  • Molto caldo
  • Germogliamento tardivo ma fioritura precoce (04.06.2018)
  • 28.07.2018 invaiatura
  • 17.09.2018 inizio della vendemmia (un po’ anticipata)
  • Uve di ottima qualità

 

A causa di un febbraio e marzo piuttosto rigidi, il germogliamento delle viti è iniziato leggermente in ritardo. Tuttavia, i mesi di aprile e maggio sono stati umidi e insolitamente caldi e hanno determinato una fioritura precoce che si è conclusa già all'inizio di giugno. Giugno e luglio sono stati caratterizzati da temperature superiori alla media con meno precipitazioni della media. Agosto è stato più caldo della media, ricco di temporali e di conseguenza umido. La vendemmia è iniziata con qualche giorno di anticipo. A settembre si sono succedute diverse fasi di alta pressione e, salvo poche eccezioni, è stato costantemente caldo e soprattutto molto soleggiato. Questo ci ha permesso di effettuare la vendemmia rilassati, durante le ore fresche del mattino.

2017

  • Molto caldo
  • Germogliamento precoce
  • Gelo (perdita 30-40%)
  • Fioritura normale
  • Vendemmia anticipata di 10 - 14 giorni
  • Uve mature di ottima qualità

 

Già marzo, ma anche le prime due settimane di aprile sono stati eccezionalmente caldi e hanno favorito il germogliamento precoce delle viti. A metà mese il tempo è stato costante ed è poi seguita una forte irruzione di aria fredda con notti gelide intorno al 20 aprile. Anche i nostri vigneti non sono stati risparmiati dal gelo tardivo.

Sono poi seguiti mesi con temperature più alte della media, a maggio e soprattutto a giugno - solo il mese di giugno dell'estate record del 2003 è stato più caldo. A causa delle alte temperature non abbiamo avuto quasi nessun problema con la peronospora e l’oidio.

Le temperature di luglio sono state leggermente superiori alla media. Alla fine del mese sono seguiti frequenti temporali. Il mese di agosto è stato invece caratterizzato da temperature molto elevate - oltre 37 gradi - nelle prime due settimane. Si sono però verificate anche forti grandinate che hanno danneggiato i frutteti, soprattutto tra la Valle Isarco e la Bassa Atesina.

La raccolta è iniziata in ampie zone dell'Alto Adige già in agosto, quindi con 10 - 14 giorni di anticipo. Il mese di settembre 2017 passerà alla storia meteorologica come un periodo molto fresco, poco soleggiato e un po' troppo umido. Siamo stati comunque in gran parte risparmiati dalle precipitazioni, in modo da poter procedere alla vendemmia senza problemi.

 

Alcuni ricordi

  • Alla fine di aprile mamma e papà sono andati a prendere Carmen a Steinach in Tirolo, perché non poteva più spostarsi con i mezzi pubblici a causa delle intense nevicate.
  • Hannes ha concluso il suo corso di formazione come tecnico viticoltore ed enologo a Weinsberg.
Back to top